The Musical Dialogue: Thoughts on Monteverdi, Bach and Mozart

The Musical Dialogue: Thoughts on Monteverdi, Bach and


The Musical Dialogue: Thoughts on Monteverdi, Bach and Mozart [Read] ➪ The Musical Dialogue: Thoughts on Monteverdi, Bach and Mozart By Nikolaus Harnoncourt – Polishdarling.co.uk Nikolaus Harnoncourt has been one of the most important and influential leaders of the th century revival of Baroque instruments and period performance practice not just because he s a hardworking and Nikolaus Harnoncourt Dialogue: Thoughts eBook ✓ has been one of the most important and influential leaders of the th century revival of Baroque instruments and period performance practice not just because he s a hardworking and talented musician, but because he s articulate He has had to be articulate in the s and s, most of the classical music establishment was contemptuous of, if not downright hostile to, his ideas The Musical Dialogue, along with Harnoncourt s Baroque Music The Musical ePUB Ù Today Music as Speech to which this volume was issued as a companion , is a valuable collection of lectures and essays laying out those ideas In the previous book, Harnoncourt discussed his views on phrasing using short phrases based on the idea of rhetoric rather than on a long, unbroken legato line and the use of period instruments not simply because the composer used them, but because, when played well, they reveal of the music Musical Dialogue: Thoughts Epub Ý to our ears nowIn The Musical Dialogue, Harnoncourt gets specific he discusses how Monteverdi, Bach, and Mozart used particular instruments and forms and talks about his own experience analyzing and performing particular works Among the topics he treats are the various possibilities for instrumentation in Monteverdi s works and why there are so many , how he figured out what exactly was the oboe da caccia hunting oboe called for in some of Bach s vocal works, and the performance history of the St Matthew Passion and the Mass in B Minor and how that history has affected audience reactions to modern day period instrument performances of the worksPerhaps most valuable are Harnoncourt s discussions of Mozart for example, how the meaning of tempo markings such as allegro and andante has changed from the th century to today, as well as the many and varied conventions of phrasing that were widely understood and therefore were not written out in Mozart s scores and performing parts One caveat these essays were written in the s and s, and there are a few cases where subsequent events have overtaken Harnoncourt s observations For example, Monteverdi s large scale works were probably not orchestrated quite as freely as he indicates there are now a number of mixed adult choirs that can reproduce fairly well the pure tone of boys choirs which was not true in the s and s and present day composers and audiences are no longer completely alienated from each other, especially in the United States Nevertheless, the observations of this important, influential, and idiosyncratic maestro make fascinating readingMatthew Westphal.


10 thoughts on “The Musical Dialogue: Thoughts on Monteverdi, Bach and Mozart

  1. Rafa Sánchez Rafa Sánchez says:

    This is a must read for Baroque music lovers Harnoncourt approach to music is full of spirit and comprehensive thinking A surprise for those who believe that just playing with old instruments is reached a loyal interpretation of Baroque works


  2. Lorenzo Bovitutti Lorenzo Bovitutti says:

    I personaggi quelli veri e propri delle opere o quelli immaginari della musica strumentale sono veramente al tempo stesso pastori e guerrieri, dolci e violenti simpatici e antipatici, a seconda dell angolazione da cui li si guarda o illumina Sono veramente uomini, con tutte le sfaccettature e le possibilit umane e non solo delle figure schematiche a una dimensione ed questo che li rende cos vivi, cos veri.N buoni n cattivi, n duri n teneri, ma tutto in una volta un fatto che le I personaggi quelli veri e propri delle opere o quelli immaginari della musica strumentale sono veramente al tempo stesso pastori e guerrieri, dolci e violenti simpatici e antipatici, a seconda dell angolazione da cui li si guarda o illumina Sono veramente uomini, con tutte le sfaccettature e le possibilit umane e non solo delle figure schematiche a una dimensione ed questo che li rende cos vivi, cos veri.N buoni n cattivi, n duri n teneri, ma tutto in una volta un fatto che le pi dolci melodie si alternano in uno spazio ristretto con risposte taglienti Il dialogo musicale riposa sui pi vivi contrasti una supplica commovente viene rifiutata con un no gigantesco, brutale, spietato.Il chiaroscuro , il contrasto, normalmente legato in musica alla dinamica, era, secondo l opinione generale, una delle grandi forze di Mozart egli l applicava per molto pi estesamente dei suoi contemporanei, anche nell ambito del contrasto espressivo Che una cosa possa acquistare effetto attraverso il suo contrario non costituisce per un disordine stilistico, si tratta anzi di un mezzo altamente artistico E di un mezzo che certamente all epoca di Mozart non era impiegato con l evidenza con cui lo oggi una volta, infastidiva l ascoltatore Il linguaggio musicale di Mozart veniva rifiutato all epoca dagli esteti conservat ri per la sua durezza.Oggi, dopo aver livellato, appiattito, addolcito, armonizzato questo linguaggio musicale attraverso molte generazioni, e in una maniera che non trova giustificazione alcuna nelle partiture delle opere, si torna ad avere paura, come all epoca di Mozart, alla scoperta di una composizione mozartiana nella sua forma originale e quasi sconosciuta un linguaggio dialettico che oggi di nuovo attuale.Per capire oggi le intenzioni del compositore in materia di tempo, non basta conoscere i termini usati per indicarlo, perch il significato di quei termini si modificato a pi riprese nel corso dei secoli Dobbiamo quindi cercare di intendere le indicazioni come venivano percepite all epoca del compositore.Oggi un andante di norma considerato un tempo lento molto andante significa quindi molto lento e pi andante , pi lento.Ma all origine il termine in uso dalla fine del XVII secolo andante era usato in senso stretto, designando quindi un tempo medio, piuttosto leggero un po nel senso di senza indugiare, avanzando Associato ad altri termini di tempo, indica un accelerazione per esempio largo andante un largo pi mosso.Per Mozart, come per tutto il XVIII secolo, l andante rientra ancora nel novero dei tempi veloci, ma lentamente si fa strada questo mutamento di senso per cui andante indicher un tempo lento Cos Beethoven scriveva a un fornitore di melodie inglese nel 1813 Se, in avvenire, fra le melodie che potrete mandarmi per composizione, si troveranno degli andantino , vi chieder di indicare se inteso essere pi lento o pi veloce dell andante, poich infatti questo termine, come pure molti altri in musica, di significato a tal punto impreciso che a volte l andantino sembra un allegro e a volte quasi un adagio .Minuetto danza contadina del Poitou, il minuetto arriva alla corte di Luigi XIV che lo danza in pubblico per la prima volta nel 1650 in una composizione di Lully Portato avanti in questo modo, si impone molto rapidamente e presto diventa una delle pi importanti danze di corte Fin dall inizio, si tratta di una danza colta per coppie Nasce come un movimento moderatamente veloce, dai passi molto complicati, tanto che solo un ristretto numero di persone in tutta la Francia poteva passare per perfetto danzatore di minuetto.Osserviamo per un rallentamento nel corso degli anni, a proposito del quale mi piacerebbe citare un aneddoto che racconta Saint Simon su Luigi XIV il re aveva l abitudine di danzare dodici minuetti tutte le sere prima di coricarsi Poich nel corso degli anni si era ingrossato e appesantito, diede ordine di suonare i minuetti pi lentamente e quindi anche di comporli diversamente dando vita cos ad una nuova moda.Vorrei limitarmi ora al minuetto di Mozart, non senza aver fatto notare che si colloca in pieno nella tradizione del XVIII secolo e che, per la generazione per esempio di Bach, criteri analoghi determinano l appartenenza a un tipo piuttosto lento o piuttosto rapido Guardiamo un minuetto di Mozart, per esempio quello della Sinfonia in Sol minore K.550 se avessimo l ardire di stabilirne il tempo senza alcun pregiudizio, come se non l avessimo mai sentito, scopriremmo che un tempo rapido, in uno, adatto alla struttura armonica e ritmica Controprova immaginiamolo grave, in tre ne risulta una sorta di ristagno stupido e diventa molto difficile rendere la prima, la terza, la quinta battuta ecc come dei levare.I musicisti di un tempo riconoscevano dunque subito il tipo di minuetto dalla struttura armonica e ritmica.Quanto al trio, il tempo trovato per il minuetto pare follemente rapido, scucito, innaturale In realt , questo trio non affatto un secondo minuetto, come succedeva trent anni prima qualcosa di assolutamente nuovo, tipicamente austriaco Preso a s , questo trio una forma intermedia ispirato al l ndler possibile Nella seconda met del XVIII secolo appare sul continente una nuova fonte di danze nel gusto del minuetto, la country dance venuta dall Inghilterra Poich era semplice, era danzata volentieri da tutti nelle locande e in breve si diffuse in tutto il continente dove serv di base per i balli di gruppo Divenne cos una sorta di contro minuetto lirico del popolino Poco dopo il 1760 le country dances sorpassavano in popolarit il minuetto erano pi allegre e ci partecipava pi gente.In Austria si aggiunge poi un colore specificamente alpino il l ndler vi si mescola.Fra queste danze alpine, quelle in tre furono presto battezzate valzer perch le si ballava girando.Con la fusione del minuetto stilizzato perch non era pi legato alla danza e di quelle danze popolari, si trovano riuniti in questi minuetti gli strati sociali pi lontani.Dopo questa parentesi storica, che mostra come minuetto e l ndler si siano accostati, non ci stupiamo pi per il trio del minuetto della Sinfonia K 550.Mozart non avrebbe dovuto indicare una modificazione di tempo cos importante Assolutamente no sarebbe stato ridicolo enunciare cose del tutto evidenti a musicisti che avevano tutte queste forme sulla punta delle dita Questo diventer un problema solo circa un secolo pi tardi, per noi che pensiamo che il compositore debba indicare espressamente tutto ci che dobbiamo fare.La coppia minuetto trio nasce dalla musica francese del XVII secolo in cui spesso si legava tutta una serie di minuetti, come in un rond , ripetendo sempre fra l uno e l altro il primo minuetto Dato che il secondo minuetto poi il terzo e cos via dovevano formare sul piano tonale e sonoro un contrasto il pi forte possibile col primo, spesso erano strumentati per tre legni solisti per esempio due oboi e fagotto e chiamati quindi trii Questo contrasto il pi vivo possibile rimase una caratteristica fondamentale un minuetto semplice, gaio, richiedeva un trio raffinato e malinconico qualsiasi tipo di opposizione di timbro e, beninteso, di stile, era benvenuto.Possiamo quindi contrapporre in piena tranquillit le due diverse forme di minuetto il trio deve essere suonato nel tempo tirolese comodo e caratteristico che richiede, il minuetto invece in un tempo vivo in uno.Una volta capito il principio che regge l uso delle legature e dei punti la soppressione delle normali regole di articolazione , si vede fino a che punto Mozart collochi i segni in modo logico e razionale Gli antichi principi non hanno smesso di colpo di essere applicati, come molti trattati dimostrano chiaramente, ma sono stati progressivamente sostituiti da una notazione sempre pi precisa dei desideri del compositore.Mozart fu a questo proposito un compositore dei pi tradizionalisti Haydn era gi un po pi moderno su questo piano, mentre Beethoven e Schubert scrivevano praticamente tutto Pi la creazione di un compositore autobiografica, pi precisamente egli stabilisce l interpretazione, pi si allontana dalla tradizione


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *


10 thoughts on “The Musical Dialogue: Thoughts on Monteverdi, Bach and Mozart

  1. Rafa Sánchez Rafa Sánchez says:

    This is a must read for Baroque music lovers Harnoncourt approach to music is full of spirit and comprehensive thinking A surprise for those who believe that just playing with old instruments is reached a loyal interpretation of Baroque works


  2. Lorenzo Bovitutti Lorenzo Bovitutti says:

    I personaggi quelli veri e propri delle opere o quelli immaginari della musica strumentale sono veramente al tempo stesso pastori e guerrieri, dolci e violenti simpatici e antipatici, a seconda dell angolazione da cui li si guarda o illumina Sono veramente uomini, con tutte le sfaccettature e le possibilit umane e non solo delle figure schematiche a una dimensione ed questo che li rende cos vivi, cos veri.N buoni n cattivi, n duri n teneri, ma tutto in una volta un fatto che le I personaggi quelli veri e propri delle opere o quelli immaginari della musica strumentale sono veramente al tempo stesso pastori e guerrieri, dolci e violenti simpatici e antipatici, a seconda dell angolazione da cui li si guarda o illumina Sono veramente uomini, con tutte le sfaccettature e le possibilit umane e non solo delle figure schematiche a una dimensione ed questo che li rende cos vivi, cos veri.N buoni n cattivi, n duri n teneri, ma tutto in una volta un fatto che le pi dolci melodie si alternano in uno spazio ristretto con risposte taglienti Il dialogo musicale riposa sui pi vivi contrasti una supplica commovente viene rifiutata con un no gigantesco, brutale, spietato.Il chiaroscuro , il contrasto, normalmente legato in musica alla dinamica, era, secondo l opinione generale, una delle grandi forze di Mozart egli l applicava per molto pi estesamente dei suoi contemporanei, anche nell ambito del contrasto espressivo Che una cosa possa acquistare effetto attraverso il suo contrario non costituisce per un disordine stilistico, si tratta anzi di un mezzo altamente artistico E di un mezzo che certamente all epoca di Mozart non era impiegato con l evidenza con cui lo oggi una volta, infastidiva l ascoltatore Il linguaggio musicale di Mozart veniva rifiutato all epoca dagli esteti conservat ri per la sua durezza.Oggi, dopo aver livellato, appiattito, addolcito, armonizzato questo linguaggio musicale attraverso molte generazioni, e in una maniera che non trova giustificazione alcuna nelle partiture delle opere, si torna ad avere paura, come all epoca di Mozart, alla scoperta di una composizione mozartiana nella sua forma originale e quasi sconosciuta un linguaggio dialettico che oggi di nuovo attuale.Per capire oggi le intenzioni del compositore in materia di tempo, non basta conoscere i termini usati per indicarlo, perch il significato di quei termini si modificato a pi riprese nel corso dei secoli Dobbiamo quindi cercare di intendere le indicazioni come venivano percepite all epoca del compositore.Oggi un andante di norma considerato un tempo lento molto andante significa quindi molto lento e pi andante , pi lento.Ma all origine il termine in uso dalla fine del XVII secolo andante era usato in senso stretto, designando quindi un tempo medio, piuttosto leggero un po nel senso di senza indugiare, avanzando Associato ad altri termini di tempo, indica un accelerazione per esempio largo andante un largo pi mosso.Per Mozart, come per tutto il XVIII secolo, l andante rientra ancora nel novero dei tempi veloci, ma lentamente si fa strada questo mutamento di senso per cui andante indicher un tempo lento Cos Beethoven scriveva a un fornitore di melodie inglese nel 1813 Se, in avvenire, fra le melodie che potrete mandarmi per composizione, si troveranno degli andantino , vi chieder di indicare se inteso essere pi lento o pi veloce dell andante, poich infatti questo termine, come pure molti altri in musica, di significato a tal punto impreciso che a volte l andantino sembra un allegro e a volte quasi un adagio .Minuetto danza contadina del Poitou, il minuetto arriva alla corte di Luigi XIV che lo danza in pubblico per la prima volta nel 1650 in una composizione di Lully Portato avanti in questo modo, si impone molto rapidamente e presto diventa una delle pi importanti danze di corte Fin dall inizio, si tratta di una danza colta per coppie Nasce come un movimento moderatamente veloce, dai passi molto complicati, tanto che solo un ristretto numero di persone in tutta la Francia poteva passare per perfetto danzatore di minuetto.Osserviamo per un rallentamento nel corso degli anni, a proposito del quale mi piacerebbe citare un aneddoto che racconta Saint Simon su Luigi XIV il re aveva l abitudine di danzare dodici minuetti tutte le sere prima di coricarsi Poich nel corso degli anni si era ingrossato e appesantito, diede ordine di suonare i minuetti pi lentamente e quindi anche di comporli diversamente dando vita cos ad una nuova moda.Vorrei limitarmi ora al minuetto di Mozart, non senza aver fatto notare che si colloca in pieno nella tradizione del XVIII secolo e che, per la generazione per esempio di Bach, criteri analoghi determinano l appartenenza a un tipo piuttosto lento o piuttosto rapido Guardiamo un minuetto di Mozart, per esempio quello della Sinfonia in Sol minore K.550 se avessimo l ardire di stabilirne il tempo senza alcun pregiudizio, come se non l avessimo mai sentito, scopriremmo che un tempo rapido, in uno, adatto alla struttura armonica e ritmica Controprova immaginiamolo grave, in tre ne risulta una sorta di ristagno stupido e diventa molto difficile rendere la prima, la terza, la quinta battuta ecc come dei levare.I musicisti di un tempo riconoscevano dunque subito il tipo di minuetto dalla struttura armonica e ritmica.Quanto al trio, il tempo trovato per il minuetto pare follemente rapido, scucito, innaturale In realt , questo trio non affatto un secondo minuetto, come succedeva trent anni prima qualcosa di assolutamente nuovo, tipicamente austriaco Preso a s , questo trio una forma intermedia ispirato al l ndler possibile Nella seconda met del XVIII secolo appare sul continente una nuova fonte di danze nel gusto del minuetto, la country dance venuta dall Inghilterra Poich era semplice, era danzata volentieri da tutti nelle locande e in breve si diffuse in tutto il continente dove serv di base per i balli di gruppo Divenne cos una sorta di contro minuetto lirico del popolino Poco dopo il 1760 le country dances sorpassavano in popolarit il minuetto erano pi allegre e ci partecipava pi gente.In Austria si aggiunge poi un colore specificamente alpino il l ndler vi si mescola.Fra queste danze alpine, quelle in tre furono presto battezzate valzer perch le si ballava girando.Con la fusione del minuetto stilizzato perch non era pi legato alla danza e di quelle danze popolari, si trovano riuniti in questi minuetti gli strati sociali pi lontani.Dopo questa parentesi storica, che mostra come minuetto e l ndler si siano accostati, non ci stupiamo pi per il trio del minuetto della Sinfonia K 550.Mozart non avrebbe dovuto indicare una modificazione di tempo cos importante Assolutamente no sarebbe stato ridicolo enunciare cose del tutto evidenti a musicisti che avevano tutte queste forme sulla punta delle dita Questo diventer un problema solo circa un secolo pi tardi, per noi che pensiamo che il compositore debba indicare espressamente tutto ci che dobbiamo fare.La coppia minuetto trio nasce dalla musica francese del XVII secolo in cui spesso si legava tutta una serie di minuetti, come in un rond , ripetendo sempre fra l uno e l altro il primo minuetto Dato che il secondo minuetto poi il terzo e cos via dovevano formare sul piano tonale e sonoro un contrasto il pi forte possibile col primo, spesso erano strumentati per tre legni solisti per esempio due oboi e fagotto e chiamati quindi trii Questo contrasto il pi vivo possibile rimase una caratteristica fondamentale un minuetto semplice, gaio, richiedeva un trio raffinato e malinconico qualsiasi tipo di opposizione di timbro e, beninteso, di stile, era benvenuto.Possiamo quindi contrapporre in piena tranquillit le due diverse forme di minuetto il trio deve essere suonato nel tempo tirolese comodo e caratteristico che richiede, il minuetto invece in un tempo vivo in uno.Una volta capito il principio che regge l uso delle legature e dei punti la soppressione delle normali regole di articolazione , si vede fino a che punto Mozart collochi i segni in modo logico e razionale Gli antichi principi non hanno smesso di colpo di essere applicati, come molti trattati dimostrano chiaramente, ma sono stati progressivamente sostituiti da una notazione sempre pi precisa dei desideri del compositore.Mozart fu a questo proposito un compositore dei pi tradizionalisti Haydn era gi un po pi moderno su questo piano, mentre Beethoven e Schubert scrivevano praticamente tutto Pi la creazione di un compositore autobiografica, pi precisamente egli stabilisce l interpretazione, pi si allontana dalla tradizione


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *